Madagascar

Why

When

Where

Il Madagascar non è solo la quarta isola più grande del Mondo, ma è un vero e proprio piccolo continente. Centinaia di specie endemiche, sia di fauna che di flora, fanno di quest'isola un paradiso naturale e la mancanza di infrastrutture nella maggior parte del paese ha mantenuto inalterata la sua natura selvaggia.

Il nostro itinerario ha percorso le tratte meno battute cercando di entrare in contatto il più possibile con la popolazione locale e le loro tradizioni.  Dalle iconiche foreste di Baobab dell'Ovest, ai deserti spinosi del Sud, dagli imponenti altipiani centrali fino al meraviglioso mare del Nord.

Il periodo migliore per visitare il Madagascar da va Giugno fino a Ottobre, ovvero durante la stagione secca. Le temperature sono miti, le piogge sono minime o, come nel sud, inesistenti. I grandi fiumi dell'Ovest sono percorribile e quindi è possibile raggiungere qualsiasi parte del paese. Essendo praticamente un piccolo continente è possibile suddividere il Madagascar in tre diverse zone climatiche: la costa ovest ha un clima tropicale prevalentemente secco, la zona degli altipiani ha un clima temperato più fresco se non freddo durante la notte, la zona sud ha un clima semi desertico. Durante la stagione delle piogge, da Novembre a Maggio, le piogge torrenziali e il caldo asfissiante rendono il Madagascar poco visitabile poichè la maggior parte delle "strade" si trasformano in tumultuoso fiumi di fango.

L'Egitto, la cui storia risale ad oltre 5000 anni fa, ha affascinato e continua ad affascinare viaggiatori provenienti da ogni epoca e da tutto il mondo. Bagnato a est dal Mar Rosso e a nord dal Mediterraneo, l’Egitto è stato la culla di una delle civiltà più importanti della storia dell'umanità. Terra dei Faraoni e del Sole, la Valle del Nilo ha portato la vita là dove c'era solo deserto. E' proprio seguendo il corso di questo fiume che si può scoprire gli infiniti segreti di questa sorprendente civiltà.

Iscriviti!

© 2020 by Giulia & Marco